Wangari finalista al premio Legambiente 2020

WANGARI, MADRE DEGLI ALBERI di FULVIA DEGL’INNOCENTI è finalista alla XXII edizione del Premio Libro per l’Ambiente nella sezione Narrativa.

Da oltre venti anni il premio nazionale “Un libro per l’ambiente”evidenzia i migliori prodotti culturali per ragazzi per la qualità editoriale dei testi e delle immagini sulle tematiche ambientali e scientifiche.

La giuria esaminatrice, composta da Vichi De Marchi, Ermanno Detti, Walter Fochesato, Vanessa Pallucchi, Alberto Oliverio, Rossana Sisti e Tito Vezio Viola, ha selezionato 3 titoli per ognuna delle due sezioni in gara (narrativa e divulgazione scientifica).

WANGARI, la madre degli alberi

scritto da Fulvia Degl’Innocenti
copertina di Francesco Pirini

 

Tutelare l’ambiente e avere cura della natura,
sono modi per seminare la pace.

In Swahili la chiamano Mama Miti, che vuol dire la madre degli alberi. Wangari Maathai, nasce in piccolo villaggio del Kenya e a otto anni non è ancora andata a scuola ma è affascinata dalla natura, da tutto quello che nasce e cresce grazie alla terra, studia e ottiene un dottorato in biologia, si impegna in politica, affronta con passione battaglie ecologiche, per le quali finisce più di una volta in carcere. Fonda il Green Belt Movement per promuovere la piantagione di alberi e contrastare la deforestazione e l’impoverimento del suolo del Kenia, e che ancora oggi sviluppa programmi educativi per le donne e attività volte alla promozione dell’uguaglianza di genere. Wangari è la prima donna africana a ricevere il premio Nobel per la pace nel 2004.